1/4

Laura Bassi

Sono nata a Gemona del Friuli nel 1994. Selvaggia ed impetuosa fin da piccola, ho condotto un'infanzia felice dedicandomi alle mie passioni, praticando diversi sport ed esplorando le mie doti artistiche, soprattutto la scrittura, il disegno e la fotografia.

La mia vita ancora da vivere è cambiata bruscamente a soli diciannove anni, quando ho subito un gravissimo incidente in moto. Tre persone, fra cui il mio fidanzato, hanno perso la vita. Io sono sopravvissuta, ma ad un caro prezzo: ho subito un'emipelvectomia, rara e delicatissima operazione a cui pochi sopravvivono in quanto, oltre alla gamba, viene amputata anche metà del bacino.

La ripresa è stata dura, ma ero determinata a riprendere in mano la mia vita e già dai primi mesi di ricovero pensavo a come ribaltarne le sorti. In ospedale ho incontrato Mauro Ferrari, uno scienziato friulano di fama mondiale che mi ha sfidato a partecipare ad una maratona. Accettare quella sfida era per me uno stimolo in più a riabilitarmi in fretta. Otto mesi dopo tagliavo il traguardo della Unesco Cities Marathon, sulla mia gamba, con le stampelle, accompagnata da Mauro e altri 50 sostenitori: il “Laura Team”.

Quell’emozionante primo traguardo era solo l’inizio di un percorso personale, sportivo e sociale che mi avrebbe portata a perfezionare la riabilitazione del corpo e della mente in un'ottica propositiva.

Ben presto mi accorsi che tutto ciò poteva essere di supporto a tante altre persone, pronte come me a trasformare le difficoltà della vita in opere d'arte. È così che fondai FormidAbili, un’organizzazione senza fini di lucro che promuove lo sport come strumento di integrazione tra persone disabili e non, oltre a raccogliere fondi per l’acquisto di protesi e ausili per i meno fortunati.

Sono molto impegnata anche nella sensibilizzazione dei più giovani su una serie di tematiche a me molto care: la sicurezza stradale, l'importanza della donazione di sangue per salvare vite, un approccio positivo alla disabilità. Soprattutto, racconto ai ragazzi dell’importanza di seguire i propri sogni, senza mai lascarsi abbattere dagli ostacoli che si presentano lungo il cammino.

Pratico regolarmente la corsa in carrozzina, e ridefinisco la corsa come una disciplina che unisce tutti nella fatica e nella gioia dello sforzo fisico, che si mescolano a prescindere dal fatto che si corra con i piedi o spingendosi con le mani. Ritrovo introspezione e meditazione nel tiro a segno e nell'apnea, ma la mia vera passione è il nuoto: scoperto dopo lunghi mesi di ricovero, è stato da subito una grande emozione, uno sport che per me è vita e libertà, proprio come quando volo con il parapendio. Dimensioni opposte, acqua e aria: elementi diversi nei quali potersi esprimere. Io contro me stessa, la mia più grande avversaria.

 

FormidAbili

Niente è insuperabile, quando c’è la volontà.

Questo motto mi diede lo spunto per la fondazione di “FormidAbili” onlus, un’organizzazione senza fini di lucro che si occupa di raccogliere fondi per l’acquisto di protesi e ausili e di incentivare lo sport integrato tra persone con disabilità e non.

Con l’associazione, sono impegnata anche nella sensibilizzazione dei più giovani su tematiche come la sicurezza stradale, i rischi e le responsabilità nella vita di tutti i giorni, e sull’importanza della donazione di sangue per la ricerca e per salvare vite, come è successo a me.

Le manifestazioni sportive che organizziamo sono uno strumento di integrazione e realizzazione personale, anche nell’ottica di superare le barriere mentali, che spesso ci impediscono di guardare oltre le difficoltà e di provare bellissime emozioni, proprio quelle che viviamo in ogni evento a cui partecipiamo insieme.

La motivazione è la componente più importante nello sport e nella vita, fondamentale per affrontare qualsiasi sfida!

           

          LauraTeamFormidAbili 

          Scopri C-Leg 4

 

          formidabilionlus.it

  • Facebook Social Icon
  • OBO_Full_Circles_RGB_RT
  • web_icona
Scarica la RoadMap degli Experience Day di Laura per poterla incontrare